Storia in Italia

In Italia il Badminton compare negli anni ’40; già dai primi anni ’60 inizia a diffondersi ma ancora in modo poco efficace. È grazie a Riccardo Simonetti, padovano e appassionato di questo sport, che nasce la prima Federazione Italiana (1960-66) che si affilia all’IBF. Le scuole italiane più importanti per la promozione e la diffusione del Badminton in Italia diventano Merano e Bolzano: In quegli anni, il gioco iniziò a diffondersi particolarmente a Merano dove nel 1961 il gioco divenne agonistico e fu fondata la sezione Badminton dello Sport Club Merano. Più o meno nello stesso periodo sorse un altro club: lo S.V.V. Bolzano. Nella prima metà degli anni '60, Walter Bertoni, insegnante di educazione fisica, introdusse questo sport anche nelle scuole.
Nel 1974, a seguito delle intuizioni del Cav. Aurelio Chiappero, viene creata la prima Federazione Italiana di Volano (FIDV) e nel 1976, si costituisce la l’AIBS (Associazione Italiana Badminton e Squash), ottenendo il riconoscimento della FIT (Federazione Italiana Tennis).
Nel 1977 si svolge il primo campionato italiano e ad aprile del 1978 la squadra Nazionale italiana, composta di 6 giocatori, partecipa ai Campionati Europei a Preston, in Inghilterra Il primo regolamento tecnico di gioco venne stampato nel 1978 mentre un anno dopo viene pubblicato quello dei Campionati Italiani a squadre e nel 1979 si tenne anche il torneo a squadre al quale parteciparono S.C. Merano, B.C. Malles e S.C. Gavarno. Il 1985 segna un periodo di ulteriori cambiamenti in Italia. Il 24 marzo dello stesso anno viene approvato lo scioglimento dell’Associazione Italiana Badminton Squash (AIBS) che sancisce la scissione dei due sport e la costituzione della Federazione Italiana Badminton (FIB), ancora sotto il patrocinio della Federazione Italiana Tennis.
Con l’inserimento del Badminton all’interno del programma ufficiale delle Olimpiadi di Barcellona nel 1992, la Federazione Italiana fa richiesta ufficiale al CONI per avere il riconoscimento quale federazione effettiva e non più associata. Tale riconoscimento arriva il 31 ottobre 2000 e viene reso effettivo a partire dal 2002 sotto la presidenza di Rodolfo La Rosa: Nasce la F.I.Ba. (Federazione Italiana Badminton).
Il Palabadminton è il primo palazzetto, e per ora unico, dello sport in Italia progettato su misura per le specifiche esigenze tecniche del Badminton, concesso dal Comune di Milano, nell’ambito di un progetto ventennale. Quest’ultimo ha tra i suoi obiettivi quello di sostenere adeguatamente lo sviluppo tecnico di questo sport dal settore giovanile, scolastico e fino a quello professionistico. Per sapernerne di più sul PalaBadminton clicca qui >>
Negli anni sono diversi gli atleti Azzurri lanciati a livello internazionale, accompagnati sempre da un team tecnico di altissimo livello tecnico, cercando di intraprendere una "esperienza italiana" che nel 2008 si consacra con la qualificazione olimpica della prima atleta italiana, Agnese Allegrini (qualificata anche per Londra 2012), sotto la presidenza di Alberto Miglietta. L'Azzurra ha raggiunto la storica qualificazione nella 27^ posizione su 38 nel tabellone di singolare femminile. Il sogno è diventato realtà!
PRESENZE OLIMPICHE: 2008 (XXIX Oimpiadi di Pechino) e 2012 (XXX Olimpiade di Londra): Agnese Allegrini.
Per le prossime olimpiadi (Rio 2016) c'è una buona possibilità che si qualificheranno anche il primi maschi italiani e un'altra femmina.