Info sul Badminton

Il Badminton o "Volano" è il terzo sport più diffuso al mondo, diffusissimo nell'area dell'Asia orientale, principalmente Cina e Indonesia e nell'Europa del Nord.

In Italia gli adepti del volano (circa 5000 contro i 50000 della Francia) devono invece accontentarsi di un centinaio di impianti sparsi per il territorio, concentrati sopratutto al Sud, dove la concorrenza degli sport dominanti si fa sentire meno(su 106 centri sportivi affiliati alla F.I.Ba. ben 41 si trovano in Sicilia, anche se la situazione negli ultimi anni si sta capovolgendo.
In molti casi si tratta di strutture di fortuna, ricavate nelle palestre delle scuole, più che di veri e propri club, mentre le società che possono contare su palazzetti con campi da Badminton si contano sulle dita delle mani, e pensare che con una spesa non superiore a 20 milioni (delle vecchie lire) si può convertire un campo di tennis in quattro campi da Badminton.
Anche se i costi per praticare questo sport sono molto contenuti, il che ha certamente contribuito alla sua diffusione planetaria (una racchetta amatoriale costa sulle 10-12 € mentre i più avanzati corredi per giocare a Badminton agonistico vanno dai 7/8 € ai 150 €) forse il costo più elevato é l'acquisto di un tubo di volani in piuma d'oca (ogni tubo ne contiene 12) che costa circa 10-13 €. Per chi avesse la memoria corta ricordiamo che il Badminton (volano) è stato, e in alcune zone lo è ancora, uno dei divertimenti estivi più diffusi sulle spiagge, anche se per diventare un vero e proprio sport ha dovuto importare le regole internazionali e trasferirsi negli impianti al chiuso; questo è il paradosso che ha accompagnato negli anni, la crescita agonistica del Badminton, un evoluzione che rappresenta, per certi versi, anche un limite, infatti chi si è abituato a giocarlo in spiaggia difficilmente si metterà a praticarlo al chiuso di una palestra, con campi regolamentari segnati a terra e con delle regole da rispettare. Il giocare al chiuso è reso necessario per consentire la crescita tecnica della disciplina (un volano può raggiungere anche i 300 Km/h, infatti è considerato uno degli attrezzi sportivi più veloci) che verrebbe fatalmente annullata all'aperto, dove il minimo refolo di vento potrebbe condizionare la traiettoria del volano il cui peso peso non supera i 5,50 grammi.
NUOVO RECORD! Il badminton é lo sport di racchetta più veloce del mondo. Durante la Sudirman Cup il cinese Fu Haifeng durante l'incontro di doppio ha effettuato uno smash a 332 km/h!!! Le parentele col tennis sono inevitabili, anche se le movenze e l'impostazione dei giocatori di Badminton, per la loro rapidità di esecuzione, ricordano più quelle della scherma, di fatto, come nella scherma, la velocità è fondamentalel'agilità fisica e mentale, per cercare di prevenire ogni mossa dell'avversario, rendono questo sport spettacolare, con scambi rapidissimi, cambiamenti di fronte, schiacciate e movimentati recuperi. Giocato a livello agonistico il dispendio fisico è elevatissimo e si adatta a ogni tipo di corporatura, poichè chi non può contare su una grande potenza fisica può benissimo raggiungere mete ambiziose con astuzia e prontezza di riflessi, fermo restando che la qualità determinante per tutti è la precisione dei movimenti, la rapidità di decisione ed esecuzione del colpo. Molto indicato per i bambini e ragazzi, perché mette in movimento tutto il corpo (scatti, allungamenti, salti, ecc.) abituandoli all'osservazione dell'avversario e allo studio delle tattiche di difesa e di attacco, inoltre, a differenza di altri sport singoli o di squadra, non presenta rischi, si gioca al chiuso (a differenza del calcio o del ciclismo) per cui può essere praticato tutto l'anno, non richiede grandi spazi, ci si può allenare anche in cortile (utilizzando un volano zavorrato), ed è uno sport silenzioso per cui i condomini non hanno scuse per lamentarsi.
Questo sport può essere giocato fino a 80 anni semplicemente limitando la velocità di esecuzione e di risposta, il gioco risulterà più "statico", ma i benefici per corpo e mente sono in pratica gli stessi di chi lo pratica a livello agonistico.
La racchetta in metallo o in fibra di carbonio, lunga come quella utilizzata nel gioco del tennis, pesa in media 85/140 grammi; una racchetta amatoriale costa sulle 15-20 mila delle vecchie lire, e i più avanzati modelli per il badminton agonistico non superano le 300 mila delle vecchie lire. Per finire una piccola curiosità, i volani che siamo abituati a vedere o ad utilizzare in allenamento sono in plastica con la punta in sughero, mentre i volani da gara sono realizzati con 16 piume d'oca montate, su una base di sughero e pesano 4,74-5,50 grammi, per costruire un volano sono necessarie 4 oche perché ogni oca a solo 4 piume, per dimensione e lunghezza, che possono essere utilizzate, l'azienda Leader nella produzione di questi accessori è la Yonex, che possiede i più grandi allevamenti di oche appositamente cresciute per questo scopo, per i più sensibili evidenzio che una volta tolte le 4 piume l'oca, che non si accorge di nulla, torna alla sua normale "Vita da oca" (oche servite e riverite, visto che le piume devono essere belle robuste e non rovinate) fino a quando le piume non saranno ricresciute. Alla leggerezza degli attrezzi fa contrasto la pesantezza dello sforzo richiesto ai giocatori: l'articolazione messa maggiormente sotto sforzo è il polso, per cui niente strappi ai legamenti, distorsioni di ginocchie, fratture a gambe o braccia, ecc., forse il rischio più grosso e qualche livido se si viene colpiti dal volano, ma sono cose di poco conto. Lo sport del Badminton é stato presente anche nelle riprese di numerosi film, in particolare nei film di costume: tra i quali ricordiamo il francese "L'amante proibita", il recentissimo "La casa dei spiriti", per non dimenticare gli esilaranti scambi tra Lady Coca e Lady Marianna nel Disneyano "Robin Hood" , e infine in due puntate del cartone dei Simpson.